Direct to Consumer: il futuro del mercato è online!

Direct to Consumer (D2C)

Andando dritti al sodo, come vedresti il mercato privo di intermediari?

Certamente si parla di ampio margine per chi vende, ma di conseguenza anche di grande risparmio per il consumatore!

Prendendo il settore delle Confezioni, che nel Made in Italy occupa un posto d’elite, l’intermediazione ha circa un costo del 50% che ovviamente si abbatte sull’azienda, riducendone i margini e  sul consumatore, aumentandone il costo finale.

Sei disposto a risparmiare il 30% per lasciare all’azienda un 20% di margine in più? direi che è un ottimo compromesso non credi?

Bene, allora non devi fare altro che acquistare online direttamente dal Brand!

Secondo Forrester il 55% delle vendite al dettaglio Europee passeranno a breve al mercato digitale.

Commercio elettronico in Italia

In Italia negli ultimi anni abbiamo avuto un incremento del 18% sugli acquisti online nel 2018.

Il panorama è chiaro!

La direzione d’acquisto per il prossimo futuro è Online!

Tela Blu

Primi fra tutti in Italia l’azienda Capitanata da Edoardo Danna, amministratore delegato di Tela Blu, una startup Torinese che opera nel campo abbigliamento uomo ed ha una distribuzione esclusivamente online.

Il modello D2C in questo caso consisterebbe nel far gestire i rapporti col cliente attraverso l’uso delle moderne tecnologie e strategie marketing di cui disponiamo,

eliminando gli intermediari e dando all’azienda il pieno controllo sull’approvvigionamento dei Materiali.

La qualità a prezzi più bassi!

Sempre secondo Danna, il consumatore negli ultimi anni, stanco degli abiti usa e getta è diventato più esigente circa i materiali e la durata dell’abbigliamento.

Si riparte, ma abbiamo bisogno di imparare!

Dunque potremmo a breve avere la qualità al giusto prezzo e la speranza di riaprire un mercato, e la cosa non è rivolta, ovviamente solo all’abbigliamento.

Oltre ad abituarci, soprattutto in Italia, dobbiamo imparare ad accettare ciò che l’evoluzione tecnologica giorno per giorno ci propone, e cercare di trarne vantaggio. Quindi al rogo la poca fiducia negli acuisti online, soprattutto quando a vendere è il brand diretto!

Ricordo quanti insulti ho ricevuto quando acquistai il primo cellulare! oggi in Italia la competizione Man VS Sim da ragione al fatto che quando ci prendiamo gusto non siamo secondi a nessuno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *